wibiya widget

giovedì 23 febbraio 2012

"La coalizione dei non volenterosi" contro l'Europa

Continua la diatriba fra i ventisei paesi (tra cui Cina, Stati Uniti, Qatar, India e Giappone) e Bruxelles circa l'obbligo di far pagare a tutte le aerolinee una tassa sulle emissioni di gas serra, ed in particolare sui livelli di CO2, generate da voli con origine o destinazione finale l'Europa. 
Le compagnie aeree dei ventisette paesi dell'Unione Europea dal canto loro si mostrano preoccupate, d'altronde in un mercato globale le regole valgono per tutti, specie nel settore del turismo.


"Aerei e CO2, tutti contro l'Europa" - Il Sole 24 ORE

1 commento:

luc de clapiers ha detto...

ragionare con il senso della globalizzazione non porta nessuna soluzione. e' la coscienza di ogni stato che deve prevalere . se questa coscienza, se ogni stato non riesce a comprendere che la salute non ha nulla a che vedere con il groupage o i 26 o i 27 e' inutile gridare che questo gruppone vuole e l'altro non vuole.
ogni volta ricorrere alla voce gobalizzazione non fa altro che accrescere il lato giustificativo delle scelte.