wibiya widget

giovedì 1 aprile 2010

Rynair: il personale a bordo passa da 4 a 2 (!?) riduce i costi del personale

Dal sito GuidaViaggi.it: Rynair riduce i costi del personale:

Per ridurre i costi e aumentare i ricavi accessori, Ryanair ha deciso di installare a bordo dei suoi 225 aeromobili dei distributori automatici. A partire da giugno 2010 i passeggeri potranno acquistare bevande calde e fredde, panini, snack, gelati, preservativi e sigarette senza fumo direttamente dai distributori. Il personale di bordo passerà da 4 a 2 addetti, che eseguiranno le dimostrazioni di sicurezza e controlleranno che le cinture di sicurezza dei passeggeri siano correttamente allacciate.

Giannetti (presidente Confindustria Assotravel): "chiederemo a Enac di confermarci che due addetti a bordo sono sufficienti a coordinare la rapida evacuazione dei passeggeri in caso di emergenza. Questo nell'interesse di tutti i clienti del trasporto aereo ed in particolare con quei 2 clienti su 10 che si rivolgono alle agenzie di viaggio per un volo low cost."

9 commenti:

marcello ha detto...

ryan air deve operare come tutte le altre compagnie. altro che.! mi risulta che il 40% degli utenti ryan air si rivolgono alle agenzie di viaggio e hanno ragione....la tuttologia e' una facolta' dei fessi!.

Mimmo ha detto...

@Marcello, Ryan Air è l'unica compagnia aerea del mondo in attivo e per di più in crescita (+6% di pax al mese da due anni ad oggi), da ottobre 2009 ha la quota di passeggeri trasportati in un anno più alta al mondo (e come detto continua a crescere).

Credi veramente che abbia bisogno delle agenzie? I fatti dicono che gli utenti sembra siano lieti di bypassare le agenzie.

Tu stesso dici che il 60% percento dei passeggeri Ryan non va in agenzia, ... (in realta sono molti di piu)

Mimmo ha detto...

A proposito, la notizia è un pesce d'aprile: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2010/04/01/visualizza_new.html_1758792500.html

Confindustria Assotravel ha detto...

In realtà la percentuale di clienti ryanair che si rivolge alle adv è del 20%, ma se calcoliamo anche i siti come le on line travel agencies (al di là delle polemiche tra queste ultime e il vettore) arriviamo appunto al 40% che è tantissimo per una compagnia aerea che dice di poter fare a meno delle agenzie. Ma il punto è. "come mai molti clienti si rivolgono in ogni caso alle agenzie di viaggio"?
In ogni caso Ryanair (e qui trovi molti articoli) si basa molto sui colpi ad effetto compreso quello raccontare in pubblicità che i propri biglietti sono "a 9 euro". Prova a prendere un volo da Roma a Dublino a Luglio prenotando a fine giugno: lo pagherai più del volo di linea. Inoltre è ormai conclamato (ed anche su questo trovi qui moltissimi articoli) che Ryanair è pluriassistita dai vari aeroporti che pagano pur di avere un collegamento. Gli aeroporti pur essendo di diritto privato sono soggetti essenzialmente pubblici.
Ma non è questo il problema: il punto è che una destinazione (prendiamo ad esempio il caso recente di Alghero) non viene scelta per il suo appeal ma solo in base al suo collegamento a prezzi pseudostracciati (che in realtà assorbono tutte le risorse) come togli il supporto economici e quindi il collegamento la domanda frana (e stiamo parlando della Sardegna).

Mimmo ha detto...

Il punto è che non possiamo criticare un modello che funziona e rende (anche alle agenzie peraltro, almeno nel 40% dei casi dicevi).

Dobbiamo capire come affiancare quel modello, il 20% che viene in agenzia, non ha il computer/internet e/o non viaggia d'abitudine quindi gradisce il supporto dell'agente.

Il 20% che si rivolge alle OLTA cerca il prezzo più basso e con le OLTA riesci a confrontare le offerte, anche questo dice che l'utente gradisce risparmiare e l'agenzia è solo un costo almeno per questo ulteriore 20% che sommato al 60% dei clienti diretti fa l'80% di utenti che rinunciano DI BUON GRADO alle agenzie "fisiche".

Poi ti credo che un Roma Dublino a luglio comprato a fine giugno costa più di un volo di linea, Ryan ad aprile su quella tratta ha già venduto il 90% del volo, British quella tratta la va a sharare con gli altri vettori perchè non riesce a venderla.

Per le destinazioni in cui vi è domanda solo per l'economicità hai ragione a scegliere Alghero come esempio. Proprio Alghero è l'esempio di come la mancanza di vocazione (e intelligenza) degli operatori locali può far franare un progetto turistico ben organizzato da regione ed investitori esterni al territorio (vettori). Ad alghero ci arrivavi con quattro lire ma non trovavi un albergo decente neanche strapagandolo.

Poi dimmi se è Ryan che ha cancellato la tratta per far dispetto all'aereoporto o sono stati gli operatori locali a suicidarsi e a far perdere un SACCO di soldi alla propria regione, alla provincia, all'aeroporto ed anche a Ryan Air.

Mimmo ha detto...

Da Assotravel preferirei non dovermi sentir dire frasi tipo "... Ryanair si basa molto sui colpi ad effetto ..."

Se bastasse dire ca..ate per essere il primo vettore civile del mondo conoscerei un sacco di persone in lizza per il secondo posto.

La verità e che Ryanair ha visto dove gli altri non hanno saputo neanche annusare ed ha sviluppato un piano industriale da nobel dell'organizzazione.

E noi da bravi agenti che non vedono oltre la propria vetrina continuiamo a piagnucolare che ryanair non ci vuole ...

SVEGLIA NON E' VERO!

Sono i clienti che non ci vogliono! siamo noi che dobbiamo cambiare non Ryanair & Co.

marcello ha detto...

quindi ho ragione io. usando il cervello si riesce a smascherare i tuttologi che intendono farti vedere una lucciola per lanterna.
io il cervello lo uso eccome!
e dico ok nessun problema per ryan ma a condizione che si attenga alle prescrizioni definite per tutti!
ho parlato con il fatidico numero 899 della ryan...costi che pochi controllano, e cio' e' male ( un motivo perche' la gente viene in agenzia) l'operatore mi dice io con le angezie di viaggio non posso parlare.... pazzesco e poi prendono il 40% delle prenotazioni
e mica hanno il coraggio di respingere tutti questi passeggeri.
come e' bello predicare bene e razzolare male!!!!!!

p.s. a mimmo desidero dire: caro mimmo parlare, confrontarsi, stringersi la mano ha un valore talmente assoluto che manda al diavolo ogni calcolatore ( odio dire computer). la macchina deve aiutarci non relegarci nella tana della misantropia.

Mimmo ha detto...

Caro Marcello, se ci incontrassimo di persona sono sicuro che concluderemo molto di più e più velocemente che a chiaccherare qui sui commenti del blog di Assotravel.

Qui non si tratta di aver ragione o esser bravi a smascherare, il punto è che se vogliamo possiamo usare Ryan per fare fatturato, criticarli serve solo a prendere le distanze dai clienti che nella maggior parte dei casi ci evitano e da Ryan ci vanno direttamente.

Se credi che la mission di Ryan sia sterminare le agenzie di viaggio ti sbagli, la loro mission è "fare soldi" e infatti accettano booking dalle agenzie di viaggio che non li tediano con l'odioso, lento ed non legale (ai fini contrattuali) contatto telefonico.
E tu sei ancora qui che tenti di smascherarli? Ma vendi anche tu Ryanair e cambia la tua mission da "smascheratore di operatori telefonici" a venditore di servizi.
Si venditore di servizi, anche se ci piace fare gli agenti di viaggio siamo dei venditori di servizi, e quelli (i servizi) di Ryanair (e non solo) si vendono da soli (senza agenti) ecco perche ci da tanto fastidio.

Se invece di smascherare gli altri avessimo il buon gusto di smascherare noi stessi potremo finalmente dedicarci anche noi alla nostra mission, fare soldi ...

E tu che "il cervello lo usi eccome" non hai ancora capito che il telefono non è fatto per vendere e quindi non ci puoi comprare?

Attieniti "alle prescrizioni definite per tutti" e smetti di usare il telefono, se non te ne fossi acorto Ryan (come pure la totalita degli altri vettori) vuole contatti via computer.

Continua ad usare il cervello ed impara le regole del gioco, perchè se non te ne sei accorto sei fuori dal gioco, fare le tue chiaccheratine telefoniche col booking di un TO o un vettore non ti paga la minestra e i clienti risparmiano la tua commissione (che spesso non ti paga nemmeno il costo della telefonata) ed i tuoi diritti d'agenzia, perchè il cliente nel vederti fare una telefonata di un quarto d'ora per NON concludere un accipicchia quando loro da casa, la sera, con comodo, in tre minuti hanno prenotato quel Roma Dublino a meta luglio che tu non sei riuscito a "smascherare" ...

Usa VERAMENTE il cervello, smetti di lamentarti, butta il telefono, impara ad usare il computer, SMASCHERATI che sei troppo preso a smascherare chi non ne a bisogno.

Con rispetto,
Mimmo.

Confindustria Assotravel ha detto...

Mimmo...è davvero troppo lungo risponderti...in rpimo luogo ti invitiamo a leggere qui una serie di articoli su Ryanair. Se ce l'abbiamo con Ryanair? un po' sì! E sai perchè? Perchè non esita ad attaccare le adv dichiarandole i peggiori parassiti del settore, a raccontare che i suoi biglietti costano così poco perchè non paga la distribuzione. Tutto questo in una fase storica in cui le adv si stanno rinnovando e stanno reagendo con enormi difficoltà...vogliamo dire che è una fase in cui qualche famiglia rischia di restare in mezzo alla strada? E diciamolo...via.
allora una compagnia aerea il cui successo si basa essenzialmente sui contributi che riceve dagli aeroporti minori che fanno di tutto per averla, che fa tutto "a pizza e fighi" compresa la comunicazione...che salta su ogni argomento gli passi davanti compreso quello della sicurezza con cui (ci) ha fatto un pesce d'aprile...allora se permetti stigmatizziamo. Ryanair è un caso, ha insegnato molte cose a molte persone...volendo ha condotto ancor più consumatori al settore dei viaggi, ma non è assolutamente un raffinato case history di marketing...è un prodotto figlio di questi tempi tutto qua. Guarda bene le tariffe a volte il differenziale tra il volo di linea ed un low cost è di poche decine di euro e non ti tocca al ritorno di tirar fuori tutti i ricordini dalla valigia per rientrare nel peso... Diciamo solo le cose come stanno...e ci difendiamo dagli attacchi!