wibiya widget

giovedì 29 aprile 2010

Settore aereo aiutato dalla Commissione Europea: e per gli operatori turistici??

da GuidaViaggi.it: Iata: soddisfazione per l'annuncio di misure per il settore: "Iata: soddisfazione per l'annuncio di misure per il settore
I danni provocati dalla nube quantificati tra 1,5 e 2,5 miliardi di euro

Soddisfazione di Iata per l'annuncio da parte della Commissione europea di misure per aiutare il settore aereo. Il commissario Ue ai trasporti Siim Kalls ha quantificato i danni provocati dalla nube in una cifra tra 1,5 e 2,5 miliardi di euro."

Per Andrea Giannetti, presidente di Confindustria Assotravel, sorge spontanea una domanda: e per tutti gli altri operatori turistici cosa viene previsto? Si guarda alla sola industria del trasporto aereo che è senz'altro più in grado di rappresentarsi e di fare lobby a Bruxelles. Ma il trasporto aereo è già ampiamente assistito, con questo non voglio contestare un provvedimento eccezionale che deriva da un evento altrettanto eccezionale, voglio - questo sì- stigmatizzare la mancanza di attenzione nei confronti di agenzie di viaggio e tour operator che sono il motore del turismo in Europa e per l'Europa e che, anche in questa situazione, sono assolutamente dimenticati.

1 commento:

Sabrina ha detto...

In data 16 aprile prenotiamo un volo Ryanair per conto di un cliente - pagato EUR 199,96 -
Il volo, previsto per il 22 aprile, poi è stato cancellato dalla stessa Ryanair nonostante i voli per la Spagna fossero riaperti a causa delle difficoltà della stessa compagnia aerea i cui aeromobili si trovavano per lo più localizzati in aeree ancora chiuse o parzialmente chiuse ai voli.
Riceviamo oggi 30 aprile la comunicazione che il rimborso è stato approvato e che la somma a rimborso è di EUR 34,96. Sostiene Ryan Air che "trattandosi di rimborso totale ulteriore reclamo non può essere effettuato contro la compagnia" . Ma di quale rimborso totale parlano?

Vorrei raccontarvi anche gli abusi di Vueling che si è rifiutata di riproteggere i clienti (lo abbiamo fatto noi a nostre spese e stiamo aspettando i rimborsi di cui non abbiamo ancora nemmeno notizia di ricevimento della richiesta.

Ora ricevono anche gli aiuti e la Commissione Europea si dimentica di tutte le categorie che in questa emergenza hanno subito danni e che a differenza di molte compagnie aeree si sono comportati in maniera ben più corretta e solidale - io ho una esperienza di hotel super collaborativi e che non hanno applicato alcuna penale nonostante i no show.
Sabrina
Blisseth Viaggi