wibiya widget

giovedì 25 novembre 2010

Booking online: c’è chi rimpiange l’adv

Forrester Research rileva che nei primi tre mesi del 2010 in Usa il 28% dei vacanzieri che hanno prenotato online è pronto a tornare “da un bravo agente di viaggi”: era il 23% nel 2008. E nel 2009 è scesa al 46%, dal 53% del 2007, la quota di viaggiatori soddisfatti del web.

Aticolo tratto da l'agenzia di viaggi on line

3 commenti:

marcello ha detto...

e ci voleva forrester r. per capire cio'?
molti stanno tornando in agenzia non solo per un fatto UMANO , ma perche' la gestione della carte di credito ricaricabili sono una giungla....e quelle ordinarie se non hai soldi sicuri la banca incomincia a non dartele!
allora che resta ? la vecchia strada: vai in agenzia, tratti, contratti magari un pagamento con prestitempo, un assegno postdatato
ecc.ecc : questa si chiama realta'.

Confindustria Assotravel ha detto...

sai se lo diciamo io e te...conta fino a un certo punto...se lo dice forrester

marcello ha detto...

..eh gia' this is the problem!!!!
comunque ringraziamo, almeno forrester lo dice, non come i giornali di settore tipo ttg o l'agenzia di viaggi che solitamente
invece di parteggiare per le agv e vanno da tutt'altra parte.misteri del nostro mondo!.