wibiya widget

martedì 1 marzo 2011

ADV: problematica relativa alle commissione

Gentili colleghi,
non so quanti di voi abbiano ricevuto da bell air la proposta di accordo di commercializzazione Comunque sia ci tenevo a sensibilizzarvi su un piccolo problema sulle COMMISSIONI.
L'art 4 della convenzione di vendita on line,  in materia di Commissione cita: "la compagnia riconosce all'agenzia quale commissione per i servizi resi un compenso fino a 20 euro che verrà aggiunto al costo del biglietto"

1) punto primo Commissione significa pagamento di una percentuale calcolata sul prezzo del biglietto e viene riconosciuta per l'intermediazione dell'agenzia di viaggi e per il suo impegno a promuovere e vendere i servizi di quel vettore.
Cito dal vocabolario" Pagamento, spesso in percentuale, dato a chi compie un servizio per conto di altri" http://www.dizionario-italiano.org/Commissione

2) Bell air aumenta il costo del biglietto fino a 20 euro che poi riconoscerle all'agenzia dietro presentazione di fattura di commissione.
Quindi Bellair dice: "se il cliente compra in agenzia comunque avrà un costo del biglietto maggiorato di 20 euro (oltre le fees che l'agenzia applica) perchè li dovrà riconoscere alla  agenzia se no non  mi vende!!
Facciamo finta che ci sia della buona fede ma personalmente non lo credo, la bellair si fa bella dicendo che ci riconosce il ns lavoro pagandoci, ma in realtà il cliente che si reca in agenzia viene penalizzato di 20 euro che incassa bellair addebitandoli nella transazione con la carta di credito, poi dietro fattura per commissioni li restituirà all'agenzia decurtato dell'iva .

Quindi in definitiva all'agenzia non viene riconosciuta una commissione ma bensi un aumento tariffario perchè gli si consente di vendere il biglietto bell air.

3)le agenzie come da prezziario esposto e ben visibile sui banconi, applicano delle fees per il servizio reso al cliente ivi compresa la consulenza che quasi sempre è necessaria per coloro che desiderano acquistare un biglietto in agenzia affidandosi ad un professionista.

4)Che significa partner? i ns fornitori ci penalizzano perchè noi li vendiamo oppure  ci supportano e premiano per averli scelti come ns fornitori e per l'impegno che mettiamo nel promuoverli?
Da un ns partner ci aspettiamo fiducia, correttezza e trasparenza come dovrei giudicare un giro di parole dove mi si promettono compensi ma in verità si pretendono degli oneri aggiuntivi?

Ho contattato la compagnia aerea e nell'impeto dell'arrabbiatura perchè mi sentivo un po presa in giro, me li so magnati... la povera Etusha non sapeva come rispondermi e alla fine mi ha detto va bene se a te non sta bene puoi non applicare al cliente i 20 euro e non inserirli nella transazione cosi' neanche bell air te li applica!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! aiuto no!!!!  non è possibile.

Vi chiedo per gentilezza di contestare tutti questo atteggiamento, di chiamare tutti la bellair per dire loro che non siamo dei pesci da far abboccare all'amo con un esca, ma siamo dei lavoratori professionisti che mettiamo tanto impegno e correttezza nel soddisfare i nostri Clienti e che non è ns uso prenderli in giro ma essere sempre professionali trasparenti e corretti e tanta
correttezza ce la dovrebbero avere anche i ns fornitori bellair o ryanair o easy jet che siano come anche tutti i nostri tour operator.

Il mercato resiste e le agenzie fanno la differenza solo grazie al rapporto fiduciario e alla professionalità.

Contestate coloro che minano i vs impegni con queste meschine azioni. Io l'ho fatto mi aspetto che tempestiate tutti per 1minuto i telefoni di bellair.
grazie ciao
dimostrate che siamo uniti e che vogliamo rispetto e contiamo qualcosa!

Lettera firmata

2 commenti:

marcello ha detto...

per prima cosa perche' non sappiamo chi ha scritto la lettera visto che la lamentazione ne' giusta e garbata.
secondo- possiamo protestare quanto ci pare ma ormai la categoria e' irrimediabilmente senza peso soprattutto per i vettori aerei, che ancora,malgrado tutto, possono contare sulle vendite dirette in internet.
terzo- magari la nostra categoria fosse composta di soli professionisti!!!

Confindustria Assotravel ha detto...

Caro Marcello, la lettera è firmata e questo è un segno di correttezza di chi ha manifestato il proprio pensiero, solo che ci è arrivata via email e per nostra politica ripubblichiamo le email ricevute su questo blog solo dopo averle neutralizzate. Non è nè una sanzione nè un voler occultare. Sempre grande apprezzamento per chi come te commenta e segue costantemente e direttamente il nostro spazio web.