wibiya widget

giovedì 15 dicembre 2011

Giannetti: "gravi problemi per le adv dal decreto sui contanti".

Dichiarazione di Andrea Giannetti, Presidente di Confindustria Assotravel:
“Occorre intervenire al più presto sulle banche per ottenere condizioni favorevoli alle aziende per l'utilizzo delle carte di credito che, stante il recente decreto -articolo 12 -  201 del 6 dicembre che fissa a 999 euro il limite massimo di contante incassabile per transazione, renderà estremamente diffuse. Il Governo certo non è a conoscenza del fatto che nel nostro settore, già in crisi, il margine di intermediazione può essere estremamente basso. Ad esempio la vendita di un biglietto aereo assicura alla singola agenzia di viaggio  un margine dell'1% mentre la commissione che questa deve riconoscere all'esercente della carte di credito è sempre superiore, anche di molto, a tale valore.

Si rischia quindi una situazione insostenibile con una anche giusta e massiccia in quanto obbligata  migrazione da parte dei consumatori verso i sistemi a sicura tracciabilità come la carta di credito, ma anche l'annullamento dei già modesti margini di un settore in crisi che invece gioca un ruolo importante per l'economia del paese. Voglio ricordare infatti quanto siano numerose le agenzie di viaggio che svolgono sia il ruolo di portare italiani in Italia e all'estero ma anche quello di essere il punto di riferimento  per i mercati esteri di turismo rivolto verso l'Italia. Se aspettiamo che il mercato si autoregoli rischiamo di far tardi e/o che esso trovi un punto di equilibrio di cartello, occorre allora intervenire per accelerare questo adeguamento dei costi per l'utilizzo delle carte di credito da parte delle imprese. Vorrei ricordare che il trasporto aereo di linea in Italia è su circa 6 miliardi di euro di fatturato per renderci conto delle cifre di cui stiamo parlando. Siamo certi che la segnalazione sarà di ulteriore impulso ad un intervento che è strettamente necessario”.

8 commenti:

luc de clapiers ha detto...

vedi cosa significare fare lobby ovvero non essere una lobby: dobbiamo sempre sperare che chi governa riesca a capire cosa vuol dire essere agenzia di viaggi.
le corporazione d ache mondo e' mondo ci sono spempre state ,ora dopo il g8 del 2000 ci hanno detto che il liberismo e' la panacea di tutti i mali. io invece dico poveri noi.

Assotravel Confindustria ha detto...

PRECISAZIONE:
Relativamente alla dichiarazione del Presidente Giannetti del 15 dicembre "Gravi problemi per le adv dal decreto sui contati", si precisa quanto segue:
Il traffico aereo passeggeri è in parte realizzato attraverso BSP e, in questo caso, sono le compagnie che si assorbono i relativi costi della carta di credito. Il problema degli elevati costi resta sia per la parte del traffico aereo che, per varie ragioni, non viene trattato nel sistema BSP e per le agenzie di viaggio non-iata. Resta poi in tutta la sua portata in un settore come quello dei viaggi e vacanze che vede bassissimi margini. Si precisa quanto sopra poichè il testo della dichiarazione poteva prestarsi ad interpretazioni non del tutto precise, ma che non cambiano la sostanza del problema.

Assotravel Confindustria ha detto...

Commento ricevuto tramite email:
Santalco Viaggi adv risponde :
BUONA SERA SONO IL TITOLARE DI UN' AGENZIA DI VIAGGI DI BARCELLONA ( ME), NON PIU' IATA E SENZA BIGLIETTERIE.( ADESSO CHE NON ESISTONO PIU LE COMMISSIONI NON SONO PIU REMUNERATIVE). SI SOPRAVVIVE SOLO CON I DIRITTI D' AGENZIA E VENDENDO SERVIZI TRAMITE
LE CARTE DI CREDITO RICARICABILI .

ADESSO CON LA TRACCIABILITA' STANNO COSTRINGENDO A RICHIEDERE IL SERVIZIO TELEMATICO AD UNA BANCA, LA QUALE OLTRE AL COSTO DI ALLACCIO, PREVEDE ANCHE IL CANONE ANNUO
PER IL POS, IL COSTO DELL' OPERAZIONE BANCARIA OLTRE AD UNA PERCENTUALE CHE
PERCEPISCE IL CIRCUITO VISA, MASTERCARD O AMERICAN EXPRESS.

QUANDO UN' ADV VENDE UN BIGLIETTO LOW COST O FERROVIARIO PERCEPISCE DI DIRITTI AGENZIALI
NORMALMENTE ( DA € 3,00 A 10, 00 ).
CON IL POS HA CIRCA € 3,00 DI COSTI BANCARI E IL 21% DI IVA DA PAGARE ALLO STATO
COSA HA GUADAGNATO ? PROBABILMENTE LAVORO IN PERDITA

PERTANTO COME SI PUO CHIEDERE DI AVERE IL POS ?

NOI LO ABBIAMO ELIMINATO LO SCORSO ANNO E NON PENSIAMO CON QUESTE PROBLEMATICHE DI FARLO
REINSTALLARE
ALMENO SINO A QUANDO NON SI OBBLIGHERANNO LE BANCHE AD UN COMPORTAMENTO RESPONSABILE
E TALE DA AGEVOLARE GLI OBBLIGHI CHE VENGONO IMPOSTI DALLE LEGGI .

SPERO DI AVERE MESSO BENE IN EVIDENZA LA PROBLEMATICA

IN ATTESA DI CORTESE RISPOSTA O CHIARIMENTI
PORGO DISTINTI SALUTI

GIUSEPPE LEOTTA
SANTALCOVIAGGI BARCELLONA

Assotravel Confindustria ha detto...

COMMENTO RICEVUTO PER EMAIL:
NEW DEAL TRAVEL SAS RISPONDE:
IL PROBLEMA VERO NASCE CON LA BIGLIETTERIA ETNICA EXTRA COMUNITARI CHE NON POSSEGGONO CARTA DI CREDITO E TANTOMENO ASSEGNI....QUESTO E' UN VERO DANNO PER L'INDUSTRIA AEREA E PER LE AGENZIE IN TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE.

Assotravel Confindustria ha detto...

COMMENTO RICEVUTO PER EMAIL:
AGENZIA TEATRO E VIAGGI DI MILANO RISPONDE:
MA PERCHE' NON GUARDANO QUANTO SI PRENDONO LE COMPAGNIE LOW COST PER L'EMISSIONE DEI BIGLIETTI. DEI VERI E PROPRI FURTI LEGALIZZATI. MA DIMENTICAVO LORO SONO FORTI MENTRE NOI POVERI AGENTI DOBBIAMO SOTTOSTARE A TUTTE LE ANGHERIE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

LUIGI STIPPELLI

AGENZIA TEATRO E VIAGGI DI MILANO

Assotravel Confindustria ha detto...

COMMENTO RICEVUTO PER EMAIL:
VIERRE VIAGGI SAS RISPONDE:
"Sono d’accordo con le parole, ma adesso ci vogliono i fatti.
Smettiamola di far finta di niente, siamo già stati calpestati abbastanza.
Ormai siamo diventati i nemici di tutti i ns. fornitori: Alitalia – Trenitalia – Compagnie Aeree Varie – Hotels – Tour Operators - Banche ecc. ecc.
Non abbiamo voluto il Governo Berlusconi, e, come al solito stiamo peggio di prima.
Speriamo di riuscire ad arrivare a fine 2012….."
Saluti
Vito Marinelli – Vierre Viaggi sas

Assotravel Confindustria ha detto...

COMMENTO RICEVUTO TRAMITE EMAIL:
TRAVEL E FUN RISPONDE:
"un plauso all'iniziativa

porto alla Vs attenzione anche il fatto che a seguito della legge sulla tracciabilità e spesometri vari , numerosissimi clienti ( ex ) di agenzie viaggi italiane stanno facendo la fila alle agenzie viaggi svizzere per prenotare le loro vacanze , di sicuro non a Sharm ....

aiuto

Marinella Vincenzi
Travel & Fun
Brescia

Assotravel Confindustria ha detto...

COMMENTO RICEVUTO PER EMAIL:
AGENZIA VIAGGI ON Y VA RISPONDE:
"Buongiorno
in base a quello che sta succedendo ed in base alle nuove disposizioni che entreranno in vigore il prossimo anno circa i pagamenti vi chiedo quanto segue:
1) se il cliente chiede di pagare con la carta di credito la propria vacanza, la transazione implicherà l'addebito a nostro carico della percentuale richiesta dalla carta di credito e questo andrà veramente a risicare ancora di piu' il nostro margine ( ricordiamoci che il costo della transazione non è fisso ma va in percentuale alla cifra spesa!!!)
2) quando si vendono biglietti di traghetti agli extracomunitari il cui prezzo spessissimo supera i 1000 euro come faremo a fargli capire che devono utilizzare una carta di credito che sicuramente non hanno? Ed anche in questo caso cosa fare per recuperare la percentuale richiesta dalla carta? Dobbiamo aumentare i diritti? E i diritti possiamo farceli pagare in contate emettendo una ricevuta fiscale?
Quello della biglietteri aerea mi sembra tutto sommato non il piu' grosso dei mali, ma tutti gli altri problemi dovrebbero essere portati a onoscenza delle autorità competenti!
3) biglietteria ferroviaria: le agenzie web come la mia devono obbligatoriamente utilizzare la propria carta di credito per effettuare le transazioni in quanto è l'unica abilitata ai pagamenti attraverso tale sistema; calcolando che le fs riconoscono una percentuale del 1% al lordo del 21% d'IVA, e calcolando che una qualunque le carte di credito richiedono una percentuale che varia dll' 1 al 2 per cento.....è impensabile che l'agenzia ci debba rimettere, in proprio visto che oltretutto non ha margini; è altresi' impensabile che il cliente debba pagare 2 o 3 Euro in piu' per un normale biglietto che alla stazioen ferroviaria pagherebbe a tariffa normale.
Tutto questo per dire che con questo sistema prenotare in agenzia sarà sempre meno convenviente che prenotare direttamente alla fonte.....cosa si aspetta? Di cancellare la realtà agenziale?
Vi ringrazio per l'attenzione e spero di avere notizie in merito.
Cordiali saluti"

Dott.ssa Maria Rosaria Mencoboni
agenzia viaggi ON Y VA
Fossombrone PU