wibiya widget

lunedì 13 luglio 2009

Crisi TEOREMA TOUR

"Buongiorno da Beaming Viaggi,

vorrei aprire un argomento di discussione riguardante le cancellazioni dei viaggi di Teorema Tour. Come agenzia di viaggi sto affrontando il problema di annullamento di un viaggio in Messico x 5 persone prenotato il 28 novembre 2008 con la formula super hard discount. Questa soluzione prevedeva il saldo entro 8 gg dalla data di prenotazione, ma in data 7 luglio il viaggio è stato annullato:la partenza era prevista per il giorno 14 luglio 2009. Adesso sto aspettando la restituzione dell'intero importo ma incrocio le dita vista la situazione finanziaria del tour operator. Qualcuno ha suggerimenti? I clienti vogliono fare causa a Teorema mettendo di mezzo anche me poichè 'hanno intestato l'assegno del saldo all'agenzia di viaggi'. Avete qualche idea su come procedere?

Grazie per il Vostro aiuto
Tiziana"

1 commento:

Confindustria Assotravel ha detto...

Il responsabile per la mancata partenza resta l'operatore, l'agenzia di viaggio è responsabile per la parte "intermediazione" e cioè per la corretta interpretazione delle esigenze del cliente e per l'attività di prenotazione. Restando sul caso specifico qui si sommano due situazioni di crisi la prima è quella di Teorema e la seconda è quella della destinazione Messico per cui se anche Teorema fosse stata intenzionata a realizzare quel viaggio quasi sicuramente al momento manca il numero minimo di partecipanti in ragione del fatto che la domanda per la destinazione centroamericana è crollata per i noti fatti derivanti dal diffondersi dell'epidemia da influenza A. I clienti della Beaming Viaggi sono comunque garantiti anche rispetto ad un eventuale fallimento dell'azienda in questione. Infatti grazie al fatto che si sono rivolti ad un'agenzia regolarmente autorizzata possono adire al Fondo di Garanzia previsto dal Codice del Consumo e alimentato proprio da una percentuale sulla polizza di Responsabilità Civile Professionale versato dall'agenzia e dal tour operator. E' normale che l'assegno sia stato intestato all'agenzia perchè questa e la prassi e perchè avranno anche firmato un contratto in cui danno mandato all'agenzia a verificare la disponibilità del tour presso l'operatore. Ricordiamo infine che al Fondo possono accedere solo i clienti e mai le imprese per cui sconsigliamo vivamente di assecondare comportamenti, seppur virtuosi, di anticipazione delle cifre da parte dell'agenzia. In alcuni casi, quando si tiene molto ai clienti oggetto del disservizio, consigliamo di surrogarsi al cliente nei confronti del Fondo e di anticipare loro le cifre dovute dal to, ma è un'operazione non priva di problemi e complessa. In tal senso non possiamo non ricordare che le aziende aderenti a Confindustria Assotravel non solo usufruiscono dell'assitenza legale gratuita ma in questi casi vengono seguiti attentamente oltre il servizio di "pretazione di parere" che qui riportiamo nei confronti dell'agenzia che ha voluto proporci questo argomento.
Grazie e a presto
Servizio Legale Confindustria Legale